ORC Worlds

GS43 Reve de Vie GOLD in class B Corinthian
 
Incredible result for this boat that in the past never had the chance to be on top of the scores in national and international events. Thanks to the several modifications, Reve de Vie corinthian crew managed to reach ninth place overall just behind more sporty boats sailed by fully professional crews. The optimization studied by Matteo Polli included a new fin keel shape, a more powerful sail plan and a stern spoiler to increase dynamic length. The interaction between these modifications totally altered the original balances giving a real performance increase without almost any rating variation.

Farr30 SILVER and BRONZE in class C Overall

Triumph for sportboats in Class C where both the Farr 30  optimizedby Matteo Polli obtained a podium place leaving behind many sisterships in original set up and various other previous champions. Both Sease and Mummyone have an optimized fin keel and a modified sail plan for ORC racing.

M45 horus BRONZE in class B Overall

Even in this case, exceptional result for a boat that has never been able to express maximum potential and obtain top results. Despite the very light wind conditions favoured high performances boats, Horus crew managed to get on the podium putting behind a very high level competition. The optimization performed by Matteo Polli (whom was part of the design team at the time this boat was conceived) consisted of a new keel and torpedo geometries and a powered up sail plan so that an optimal rating vs performance ratio has been obtained.

Swan42 Sheraa BRONZE in class A Overall

Very good result also for Sheraa that has been fighting against much bigger opponents in Class A holding first position for almost all the event. In this case the optimization has been focused on the sail plan and weights in order to make competitive a small boat in a big sportboat fleet including many TP52 and other 50 footers.

X41 Technonicol in class B

The fully modified russian X41 Technonicol has well figured in Class B but because of a black flag it was excluded from the podium fight.

(ITA)

GS43 Reve de Vie ORO in Classe B Corinthian

Risultato incredibile per questa barca che prima d’ora non era mai riuscita ad entrare nelle prime posizioni in eventi nazionali e internazionali ma grazie alle numerose modifiche apportate, l’equipaggio di non professionisti è riuscito ad ottenere la nona piazza assoluta a ridosso di barche più sportive portate da equipaggi professionistici. Le modifiche studiate da Matteo Polli comprendono un piano di deriva completamente rinnovato, un potenziamento del piano velico ed un allungamento della carena tramite spoiler poppiero. L’interazione di queste modifiche ha totalmente stravolto gli equilibri originali del progetto portando un aumento notevole delle prestazioni in mare senza però peggiorare il rating.

Farr 30 Sease e Mummyone ARGENTO e BRONZO rispettivamente in Classe C assoluto

Trionfo delle barche veloci in classe C dove entrambe i Farr 30 modificati da Matteo Polli hanno conquistato un gradino del podio lasciandosi alle spalle numerose gemelle non ottimizzate oltre a vari altri campioni. Sia Sease che Mummyone hanno una lama di deriva ottimizzata ed un piano velico rivisto per le regate ORC.

M45 Horus Tempus Fugit BRONZO in Classe A assoluto

Anche in questo caso, risultato eccezionale per una barca che non era mai riuscita ad esprimere il massimo potenziale ed ottenere risultati di rilievo. Nonostante le condizioni di vento leggerissimo favorissero barche più invelate e veloci in reale, l’equipaggio è riuscito a salire sul podio mettendosi alle spalle avversari di ottimo livello. Le modifiche apportate da Matteo Polli (che nel 2009 ha partecipato al progetto originario della barca) riguardano la pinna e il siluro che sono stati totalmente ri-progettati e il piano velico che è stato potenziato al massimo in modo da ottenere un rapporto prestazioni-rating ottimale.

Swan 42 Sheraa BRONZO in Classe A assoluto

Ottimo piazzamento anche per Sheraa che ha lottato contro i “giganti” in Classe A mantenendo la testa della classifica per quasi tutto il campionato ma dovendo poi cedere il passo nelle fasi finali ai 50′. In questo caso le modifiche apportate hanno riguardato puramente il piano velico e i pesi di bordo mettendo in condizione una barca di dimensioni modeste di competere con macchine da regata come i TP52.

X41 Technonicol

L’X41 russo Technonicol modificato completamente nel piano appendici e nel piano velico ha ben figurato in Classe B ma a causa di una bandiera nera è rimasto escluso dalla lotta per il podio.